31 marzo 2022

NEXT TO THE METAVERSE

#ProgettoTesi #IstitutoSecoli

I professionisti del futuro ora stanno studiando, crescendo e affinando le loro conoscenze e capacità. Devono stupirsi, sperimentare, sbagliare, riprovare e tentare nuovamente.

Il mercato tessile italiano ha bisogno di figure professionali capaci di immaginare, concettualizzare,  saper usare gli strumenti digitali oggi necessari, e soprattutto che conoscano quanto più possibile la filiera produttiva tessile, le sue materie prime e lavorazioni.

Perché questo sia possibile, le aziende e il sistema scolastico, gli esperti di oggi e gli studenti devono collaborare per uno scambio di conoscenze e tendenze di mutuo vantaggio e crescita.

Credendo che questa si ala strada da percorrere MIC ha sostenuto il progetto di Tesi di Elena Artoni Next to the Metaverse.

IL PROGETTO

La studentessa Elena A. di fashion design presso l’istituto Carlo Secoli di Milano, ha sviluppato il proprio progetto di tesi approfondendo il tema del metaverso, in una dimensione moda, dal titolo Next to the Metaverse.

Dividendo in 3 tematiche - Simbiosi, Definizione e Illusione -  il concetto del metaverso, ha rappresentato il primo tema tramite la realizzazione di un outfit composto da una giacca con cappuccio in organza ed un abito catarifrangente in maglia, con frange e smagliature.

La studentessa ha utilizzato il filato catarifrangente Reflect-MIC nella struttura a maglia dell’abito, per rappresentare la stretta connessione e fusione tra il mondo reale e quello digitale: l’effetto rifrangente e le lunghe frange simboleggiano l’unione del corpo biologico e digitale, come un avatar fisico, che si completa nei riflessi fluidi del cappuccio d’organza e dalla fantasia della giacca.

IL FILATO UTILIZZATO

REFLECT-MIC 30

Filato catarifrangente 33% PES - 67% PU catarifrangente con microsfere di vetro.
Filato riflettente a sezione rotonda, consigliato per lavorazioni di cucito o maglieria nei quali la visibilità sia l'elemento distintivo.

IL RISULTATO

L’abito

L’abito ideato da E.A. è caratterizzato da un linea morbida e asimmetrica, leggermente sfiancata con giro manica all’americana e collo a cratere. Peculiari le cuciture non solo sui finachi ma anche nel centro DV e centro DT del capo. Il fondo dell’abito presenta smagliature, frange, asole volanti e bottoni in madreperla.

 

FOCUS FILATOL’abito è stato creato con un filato rifrangente tessuto in maglia calata con punto 5 in doppio filo.  Per la realizzazione è stato utilizzato REFLECT-MIC 30 – Tex 90
La catarifrangenza del filato permette un’alta visibilità, quando illuminato da fasci di luce.

 

La giacca

La giacca che completa l’outfit ha una linea dritta con scollo a barchetta che si protendesulla schiena cn un taglio a U. L’ampio cappuccio è caratterizzato da arricciatura lungo tutto il taglio. Le maniche sono lunghe e hanno 3 pieghe nell’interno manica ed un taglio a bretella sul davanti. Nascosta da un sormonto, nel centro davanti è presente la chiusura con zip.

“Ho scelto di rappesentare il tema SIMBIOSI con il filato reflect-mic perchè riusciva a darmi quella sensazione di connessione digitale data dal suo rinfrangere attraverso un fascio luminoso.”

Elena A.

Elena Artoni


Elena Artoni

Studentessa presso l’istituto Carlo Secoli di Milano.
Ha frequentato il corso triennale di Fashion design, modellistica e sartoria womenswear.

Ha ideato e realizzato il progetto di tesi triennale Next to the Metaverse, qui presentato.

Ha collaborato con Lectra, per l’edizione Luglio 2021 di GE NE RA, nell’utilizzo di nuove tecnologie per il taglio del tessuto dal foglio singolo al multistrato, per la realizzazione di cartamodelli e taglio del capo.

Condividi su